Lenticchie rosse speziate

30 11 2011

spicy red lentils

Le lenticchie? Ma non portano soldi? Boh, io questo effetto collaterale ancora non l’ho visto. Per fortuna che almeno sono un’ottima fonte di proteine, ferro, zinco e magnesio. E che c’è solo da sbizzarrirsi nella scelta di quelle disponibili sul mercato: da quelle marroni (le onnipresenti inscatolate) a quelle verdi (un po’ pugliesi, come le Altamura, un po’ d’Oltralpe, di Le Puy), da quelle rosse a quelle bionde, fino alle tonalità rosa pallido (le lentillon rosé della Champagne – uhm, varran bene un viaggio in Francia?). Ma il mio imperituro amore va alla farina di lenticchie per ora soltanto scovata oltreconfine (più precisamente a Jausiers, in Alta Provenza). Nell’attesa di mettere nuovamente le mani su preziosi pacchetti verde scuro, da cui viene fuori una farinata poco ortodossa ma divina, mi accontento con una ricetta veloce, sanissima (Z-E-R-O grassi) e indian-speziata come piace a me.

Lenticchie rosse speziate

Volendo potete ottenere anche una zuppa semplicemente aggiungendo più brodo (1,2 litri). Il brodo vegetale lo potete fare da voi con (scarti di) verdure biologiche e un po’ di sale marino integrale, oppure con del dado biologico. Da notare che si tratta di una ricetta senza grassi e olio, volendo se ne può aggiungere un filo a crudo alla fine, ma sinceramente la trovo perfetta anche senza. Le dosi sono per 4 persone.

lenticchie rosse decorticate 225 g
cipolla 1
sedano 2 gambi
alloro 1 foglia
brodo vegetale 800 ml
curcuma in polvere 3 g (1/2 cucchiaino)
zenzero in polvere 3 g (1/2 cucchiaino)
sale marino integrale 1 pizzico
pepe nero 1 grattugiata abbondante 

Portate il brodo a ebollizione. Nel frattempo lavate e mondate il sedano e pelate la cipolla. Tritateli nel mixer. Raccogliete tutti gli ingredienti in una pentola e mettete a cuocere a fuoco lento per 40’ da ebollizione.
Prima di servire, eliminate soltanto la foglia di alloro.

45 minuti

Colgo l’occasione per accettare l’invito di Bibi e questa ricetta va ai bambini di Rocchetta Vara. Per maggiori informazioni leggete qui.

Per i patiti delle lenticchie, come me, consiglio anche:

La zuppa di lenticchie rosse e miglio
L’insalata tiepida di lenticchie giganti
I legumi in vasetto

  • Share/Bookmark


Lassi al limone e cumino

12 08 2009

lemon and cumin lassi da te.

Oggi sono alle prese con bucati, foto di prossime ricette e soprattutto con la parte più noiosa del viaggiare: che metto in valigia? Quest’anno non andrò lontano, passerò una decina di giorni a Londra per scovare nuovi posti interessanti, e per scoprirne altri di cui ho letto negli ultimi mesi in rete. Ci si risente quindi dopo il 24, e nel frattempo vi saluto e vi auguro buone vacanze con la ricetta della tipica bevanda indiana, il lassi, da preparare bello freddo per contrastare il caldo d’agosto!

Lassi al limone e cumino
Il lassi è una tipica bevanda indiana a base di yogurt originaria del Punjab. Si può preparare sia in versione salata che dolce, e io ho optato per la prima, semplicemente arricchendolo con limone e cumino. Assicuratevi di usare yogurt e acqua freddi. Le dosi sono per 4-6 persone.

yogurt di soia 1 kg
acqua minerale 500 ml
cumino in polvere 1 cucchiaino
limone 1 + qualche fetta per decorare
menta fresca

Spremete il limone. Mescolate il succo con lo yogurt e l’acqua. Versate in bicchieri alti, spolverate con il cumino in polvere e decorate con fette di limone e foglie di menta.

Preparazione: 5′

  • Share/Bookmark


Chana dal con chutney di mango e soia

19 05 2009

20090518_48.JPG

Mi sono recentemente cimentato in questo piatto indiano, molto speziato, che è stata la base della mia alimentazione durante il mio frenetico soggiorno indiano dello scorso ottobre. Ne ho preparato in realtà una quantità industriale, e il problema è che non sono riuscito a finirlo perché, il giorno dopo averlo preparato, mi è venuto un tremendo mal di stomaco che mi ha perseguitato per tre giorni. Quindi purtroppo metà della preparazione è poi finita nel cestino dell’organico :-(

Chana dal con chutney di mango e soia
Per il chutney di mango ho ripreso la ricetta di Chiara, apportando qualche minima variante. Il chutney è da preparare con largo anticipo, meglio ancora se il giorno prima. Il piatto “forte” prevede invece l’utilizzo di un legume particolare, i chana dal (simili ai ceci), che potrete recuperare in negozi di specialità asiatiche (a Torino li trovate all’Asia Market di Piazza della Repubblica). Se non li trovate, si possono sostituire con delle lenticchie decorticate. Essenziale l’utilizzo delle numerose spezie, sempre da preferire quelle del commercio equo-solidale. Le dosi sono per 8 persone.

Per il chutney
mango 1
uvetta 3 cucchiai
aceto di mele 120 ml
zucchero integrale 120 g
scalogno 1
zenzero fresco 1 pezzetto
cumino ½ cucchiaino
curcuma ½ cucchiaino
cardamomo 4 bacche
semi di senape 1 cucchiaino
aglio ½ spicchio
peperoncino ½ cucchiaino
cannella 1 stecca
yogurt di soia 400 g

Sbucciare il mango e tagliarlo a pezzetti, eliminando l’osso centrale. Metterlo a macerare in frigo con lo zucchero per almeno 4 ore.
Trascorso questo tempo, estrarre i semini dai baccelli di cardamomo, sbucciare e grattuggiare lo zenzero, tritare l’aglio e lo scalogno.
Mettere il composto di mango e tutti gli altri ingredienti in una pentola, portare a ebollizione, abbassare al minimo, coprire con un coperchio e cuocere per 1 h.
Lasciar raffreddare.
Al momento di servire il chana dal, mescolare il chutney con lo yogurt di soia e servire.

Tempo di preparazione: 1h20′ + 4h riposo

Per il chana dal
chana dal 500 g
cipolla gialla 1
carote 2
cavolfiore 1
olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
curcuma 1 cucchiaino
curry 1 cucchiaino
coriandolo 1 cucchiaino
cumino 1 cucchiaino
semi di cardamomo 1 cucchiaino
semi di senape 1 cucchiaino
cannella 1 cucchiaino
semi di finocchio 1 cucchiaino
anice 1 cucchiaino
zenzero fresco 1 pezzo
aglio 3 spicchi
alloro 4 foglie
acqua 1,3 l
sale marino integrale ½ cucchiaio
brodo vegetale granulare bio 1 cucchiaio

Mettere a bagno i chana dal per una notte.
Sciacquarli. Tritare la cipolla e lavare e tagliare le verdure a pezzetti.
Riscaldare l’olio in una pentola grande, friggere la cipolla e le spezie per 3′ circa.
Aggiungere le verdure, l’acqua, il dado granulare e i chana dal.
Portare a ebollizione e cuocere per 35′.
Aggiungere il sale e finire di cuocere per altri 5′.
Servire con il chutney di mango e soia e del riso basmati.

Tempo di prepazione: 1h + ammollo

20090518_22.JPG

Chana dal with mango and soy chutney
This is a dish I’m particularly fond of, since it represented my staple food during my frantic business trip to India last October. It’s quite spicy, though, but if you’re a fan of hot dishes, it will certainly live up to your expectations. For this dish you will need chana dal (similar to split chickpeas), that can be easily found in Indian or Asian groceries. Hulled red lentils can be used instead. Serves 8.

Mango and soy chutney
mango 1
raisins 3 tablespoons
apple vinegar 120 ml (½ cup)
sucanat 120 g (4.2 oz)
scallion 1
fresh ginger 1 piece
caraway seeds ½ teaspoon
turmeric ½ teaspoon
cardamom seeds ½ teaspoon
mustard seeds 1 teaspoon
garlic  ½ clove
chilli powder ½ teaspoon
cinnamon stick 1
soy yogurt 400 ml (14 oz.)

Peel the mango and cut it into small pieces, removing the pit. Marinate at least 4 hours in the fridge with the sucanat.
Peel and grate the ginger, mince garlic and scallion.
Put the mango and all other ingredients into a pan, bring to a boil, continue boiling over low heat, cover with a lid and cook 1 hour.

Preparation: 1h20′ + 4h to marinate mango

Chana dal
chana dal 500 g (17 oz.)
yellow onion 1
carrots 2
cauliflower 1
extra virgin olive oil 1 tablespoon
turmeric 1 teaspoon
curry 1 teaspoon
coriander 1 teaspoon
caraway seeds 1 teaspoon
cardamom seeds 1 teaspoon
mustard seeds 1 teaspoon
cinnamon 1 teaspoon
fennel seeds 1 teaspoon
aniseed 1 teaspoon
fresh ginger 1 piece
garlic 3 cloves
bay leaves 4
water 1,3 l (5 cups)
unrefined sea salt ½ tablespoon
granulated vegetable broth (organic) 1 tablespoon

Soak chana dal in water overnight.
Rinse. Mince onion, wash and shred vegetables.
Heat the oil in a large pan, fry the onion and the spices 3 minutes.
Add the vegetables, water, granulated veg broth and chana dal.
Bring to a boil and cook 35 minutes.
Add salt and cook 5 minutes more.
Serve with mango and soy chutney and basmati rice.

Preparation: 1h + soaking

  • Share/Bookmark


Succo di agrumi ayurvedico

6 12 2007

L’ayurveda è la medicina tradizionale indiana, e la sua principale caratteristica è quella di porre identica enfasi sul corpo, la mente e lo spirito, così come sullo stato di salute (e non solo su quello di malattia).
Il fondamento della medicina ayurvedica è la prakryti, la costituzione individuale: una volta individuata la propria, è possibile formulare delle linee-guida, anche alimentari, per il mantenimento del benessere. Corpo e ambiente sono infatti formati dagli stessi cinque elementi fondamentali: aria, fuoco, acqua, terra e spazio, dando origine a tre umori corporei, Vata, Pitta e Kapha. Ci sono così varie combinazioni dei tre umori corporei, che danno vita a svariati tipi di costituzione individuale. Ogni persona, in base alla sua composizione corporea, deve ricevere il giusto tipo di nutrimento e i rimedi opportuni.
Qui il test per scoprire la propria prakryti (io sono essenzialmente Pitta).
La cucina ayurvedica è una cucina vegetariana che presenta molti tratti in comune con la cucina dell’India del Sud e del Kerala, la regione dove questa scienza è particolarmente sentita e praticata. Viene fatto largo uso di spezie ed erbe aromatiche, che funzionano da “combustibile” per avviare il processo digestivo.
Per maggiori informazioni, c’è un bel sito in italiano che propone tra l’altro una ricetta diversa per ogni giorno dell’anno.

Succo di agrumi ayurvedico

Ingredienti per 4

pompelmi rosa 2
arance 4 medie
zenzero 2 pezzi da 3-4 cm
cardamomo 4 baccelli
sale marino integrale 2 pizzichi
malto di riso 2 cucchiai

Tempo di preparazione: 20′

Aprite i baccelli di cardamomo ed estraete i semi scuri all’interno. Pestateli accuratamente in un mortaio, riducendoli in polvere.
Sbucciate lo zenzero e grattuggiatelo raccogliendo il succo.
Lavate gli agrumi, tagliateli a metà e spremeteli.
Passate la spremuta di agrumi attraverso un colino per eliminare le parti solide. Fate lo stesso con il succo di zenzero per eliminare i residui di polpa. Dovreste ottenere circa 2 cucchiai di succo, non usatene di più perché è molto piccante.
Mescolate in una caraffa la spremuta dei due agrumi con cardamomo e sale. Aggiungete il succo di zenzero e mescolate. Terminate dolcificando con il malto.
Si otterrà una bevanda piuttosto pungente ma gradevole, ottima per stuzzicare l’appetito.

  • Share/Bookmark





Bad Behavior has blocked 635 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail