La Casota

10 11 2013

DSC_0361

Alle mie solite peregrinazioni sia lavorative (tante) che di piacere (meno di quante vorrei), si sono da un anno a questa parte unite quelle per la promozione del libro che, oltre a rendere ancora più complicata la mia già incasinata agenda, mi hanno però permesso di conoscere gente davvero molto piacevole, e di dare un volto e una voce a tanti contatti virtuali.

DSC_0420

Nella seconda metà di settembre ho avuto la possibilità di andare finalmente a trovare Tiziana e Sebastiano, conoscenze più che reali, ma con cui l’amicizia è nata proprio grazie a Internet, che mi hanno invitato a presentare il Cucchiaio Arcobaleno nel loro bed & breakfast inaugurato l’anno scorso. Tiziana, ex-funzionaria del Comune di Milano, ha scelto così di abbandonare il lavoro sicuro ma poco stimolante per dedicarsi all’apertura di un’attività 100% vegan che le sta fortunatamente dando molte soddisfazioni e una nuova carica vitale.

DSC_0388

Il B&B è ospitato nella vecchia casa di famiglia di Tiziana, a breve distanza a piedi dalle sponde del lago e dal centro storico di Torbole. Le camere sono tre, molto confortevoli, ognuna recante il nome di uno dei venti caratteristici che spirano in questa cittadina e che l’hanno resa famosa tra i velisti che vi accorrono a frotte.

la casota, nago-torbole, italy DSC_0338

Il punto forte della Casota è sicuramente la colazione, a cui la padrona di casa si dedica con particolare impegno (praticamente io in due giorni l’ho vista solo spignattare). Quasi tutto è autoprodotto, dal pane ai formaggi ai dolci. La sala colazione è allestita nel retro della casa, proprio di fronte alla Stalota, una piccola costruzione in pietra un tempo adibita a ricovero della capra di casa, che in futuro verrà probabilmente riadattata a piacevole sala di lettura e ricreazione.

DSC_0366 DSC_0368 DSC_0370 DSC_0364

Una grande tavola imbandita pone davvero l’imbarazzo della scelta, mentre una lavagna riporta tutto quello che troverete per colazione, sempre diverso e frutto dell’estro e delle sperimentazioni della padrona di casa. Si va da vari tipi di pane realizzati con farine integrali e pasta madre, al classico muesli tostato in casa, a torte sia della tradizione locale (ma quanto è buona quella di grano saraceno?) che di altre zone del mondo, al salato con formaggi e affettati 100% vegetali. Non da ultimo, ogni giorno viene servito un piatto caldo dolce, nel mio caso un corroborante waffle con frutta fresca e sciroppo d’acero.

DSC_0372 DSC_0373 DSC_0378 DSC_0386

Prima della presentazione è il momento per un breve giro nel centro storico della cittadina, unita in un’unica realtà comunale con la sovrastante Nago (Nago-Torbole è infatti il nome ufficiale), ma da essa separata non soltanto geograficamente, ma anche da una storica rivalità. Meta già di pellegrinaggi tedeschi dal XVIII secolo (una targa nel centro storico riporta il luogo di residenza di Goethe durante il suo viaggio italiano), la cittadina si sviluppa dalla spiaggia tra le pittoresche montagne che si ergono maestose dal lato settentrionale del Garda e sale su verso le colline circostanti.

DSC_0392 DSC_0403 DSC_0406 DSC_0411 DSC_0414 DSC_0417

E durante la presentazione, molto interessante e vivace, con un pubblico curioso e avido di risposte, ho avuto modo anche di conoscere dal vivo Annalisa e la sua splendida famiglia (che mi ha fatto dono di un ingrediente che cercavo da tempo e che sarà il protagonista della prossima ricetta), nonché un’altra Annalisa, che ha appena aperto un ristorante vegetariano a Rovereto, L’Orto di Pitagora, che spero di andare a provare quanto prima (buona scusa per tornare in Trentino!).

La Casota
Bed & Breakfast 100% vegan

Via di Coize, 10
Torbole sul Garda
38096 Nago-Torbole
Tel. +39 335 1435742 / +39 0464 506037
www.lacasotavegan.it

Consigli di lettura

Trentino

  • Share/Bookmark

Azioni

Informazioni

7 commenti a “La Casota”

11 11 2013
Anna&Ipa&Silo (00:12:03) :

Come al solito leggerti è una golosa esperienza. E’ stato bellissimo anche per noi, spero proprio tu riesca a trovare un buchino libero per Ferrara! Un abbraccio

11 11 2013
Yari (13:22:20) :

@Anna&Ipa&Silo
Grazie mille! Per Ferrara se ce la fai a organizzare nel periodo tra Natale e l’Epifania ce la faccio, altrimenti dobbiamo poi slittare ad aprile 2014 perché i primi tre mesi dell’anno per me coincidono con l’alta stagione e potrei essere impegnato anche nei fine settimana. Un abbraccio a tutti!

13 11 2013
Titti (07:58:47) :

Ora riprovo a lasciarti un pensiero…… Grazie per la bellissima recensione che vado subito a ribloggare!!! E’ stato un vero piacere stare con te e condividere una bellissima esperienza che spero di replicare!! A presto!

13 11 2013
Titti (08:05:31) :

Sono riuscita a lasciare un commento ma nona ribloggare perché non trovo il comando!! L’hai rimosso?

2 12 2013
Budino di mosto | IL CUCCHIAIO DI LEGNO (00:37:35) :

[…] un inaspettato quanto gradito regalo fattomi da Annalisa durante la presentazione dei libri a Torbole, ovvero una bottiglia di mosto di vino rosso, sono finalmente riuscito a realizzare una ricetta che […]

6 12 2013
isafragola (22:22:19) :

buono e semplice. Magari vedo di convincere i miei suoceri vignaioli a metterne da parte una bottiglia. Finalomente parli un po’ del tuo libro! Ricco di spunti e di colori.

31 12 2013
Yari (17:25:00) :

@isafragola
Approfittane, dato che non si trova facilmente!

Lascia un commento

Puoi usare questi tag : <a href="" title="" target=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>




Bad Behavior has blocked 2794 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail