Cake di miglio, porri e zucchine

6 10 2013

millet, leek and courgette cake

Il miglio è uno dei quegli ingredienti che ogni volta che lo utilizzi ti convincono sempre di più. Innanzi tutto è uno dei pochi cereali integrali che cuociono in poco tempo (difficilmente ho superato la ventina di minuti affinché l’acqua si assorbisse). Poi è un’ottima fonte di magnesio e ferro, ma soprattutto è senza glutine, perfetto per chi soffre di celiachia. È piacevolmente dolce, e assorbe bene i sapori degli altri ingredienti che lo accompagnano. E soprattutto ha il vantaggio di compattarsi perfettamente una volta raffreddato, quindi perfetto per sformati o cake salati, o per polentine un po’ diverse dal solito. Okay, ai più fa venire sempre in mente il mangime dei canarini, peccato però aver ormai dimenticato che era largamente utilizzato per l’alimentazione umana in Europa (rimane ingrediente comune in Africa e Asia), e pure da noi, fino al XVIII secolo, era uno dei cibi-base in Italia settentrionale (Emilia-Romagna in testa).

La ricetta è facilissima da preparare, realizzata fra un impegno e un altro di una domenica pomeriggio sempre troppo indaffarata, per la sera e, soprattutto, per i primi giorni della settimana iniziante in cui il tempo da dedicare in cucina è praticamente nullo. Si conserva in frigo, si taglia a fette, e si fa arrostire in padella antiaderente senza condimenti, arricchendosi così anche di una piacevole crosta croccante.

 

Cake di miglio, porri e zucchine

Al posto del sale marino integrale previsto nella ricetta potreste aggiungere un tocco diverso al piatto con un sale aromatizzato, come ad esempio un sale affumicato, che ben contrasta con la tipica dolcezza del miglio, delle zucchine e del porro. Oppure niente contrasti e un bel tono su tono con un sale rosso all’argilla. Le dosi sono per 6 persone.

miglio 250 g
acqua 1 litro
zucchine 3
porro 1
mandorle 40 g
olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
sale marino integrale 1 pizzico abbondante

Tostate le mandorle in un padellino per 5’, facendo attenzione che non brucino, e poi tritatele grossolanamente.
Lavate e mondate le verdure, tagliatele a fette. Versate 2 cucchiai di olio in una padella antiaderente, rosolatevi il porro e le zucchine fino a che non si ammorbidiscano.
Portate l’acqua a ebollizione, versatevi il sale e il miglio lavato, abbassate il fuoco non appena riprende il bollore e coprite con un coperchio.
Dopo 20’-25’, non appena il miglio avrà assorbito tutta l’acqua, unitevi le verdure rosolate e mescolate bene. Versate il composto in uno stampo da plumcake leggermente oliato e spianatelo bene con un cucchiaio inumidito di acqua.
Lasciate raffreddare, estraetelo capovolgendo lo stampo e tagliatelo a fette, guarnendo con le mandorle.

40 minuti
+ raffreddamento

  • Share/Bookmark

Azioni

Informazioni

10 commenti a “Cake di miglio, porri e zucchine”

7 10 2013
lacucinadellacapra (09:19:49) :

Wow, che bella ricetta, anche io sto scoprendo il miglio, è davvero versatile, poi il fatto che sia senza glutine è un valore aggiunto, soprattutto se hai qualche ospite intollerante! Un abbraccio!

8 10 2013
Titti (13:10:32) :

Anch’io ho da poco scoperto il miglio e quando ho fretta e fame è un ottimo alimento da preparare. Questa preparazione è davvero invitante!

9 10 2013
Elena (09:48:59) :

… ma buonmattino Yari (qui da me c’è pure il sole). A parte ricette squiiiiiisite come sempre ho appena visto la copertina del tuo superbo libro-arcobaleno. Debbo entrarne immediatamente in possesso per ricrear ogni pagina delle tue saggezze (non solo gastronomiche). Ora cerco dove pigliarlo nel più breve tempo possibile. Un abbraccio e mille pensieri, Elena :-)

10 10 2013
Su (15:26:40) :

Buono questo cake! Il miglio è buono, nutriente e versatile. Come dici era usato qui, eccome, prima che il mais invadesse il mercato. Il pan de melia una volta era di miglio.
un caro saluto
Su

13 10 2013
My Sugar Is Raw (15:42:15) :

Bella ricetta e bella presentazione come sempre qui sul tuo sito!
Visto che il miglio è un ingredienti che uso spesso nella mia cucina, non mi resta che provarlo in questa veste :)
Ciao!
Franco

14 10 2013
Lo (18:49:55) :

l’aspetto è davvero intrigante così come l’accostamento dei sapori, sapendo quanto fa bene il miglio non resta che provare :D

15 10 2013
isafragola (20:33:32) :

ci provo, Yari, piacerà solo a me, conoscendo i miei gatti, ma ci provo!

27 10 2013
Yari (16:25:38) :

@lacucinadellacapra
È stato uno dei primi cereali “insoliti” che ho provato e da allora lo utilizzo spesso, oltre che per le sue proprietà nutrizionali, anche per la rapidità di cottura!

@Titti
Provala, è velocissima!

@Elena
Grazie, spero davvero ti piaccia!

@Su
Sì peccato se ne sia perso l’utilizzo. Forse perché meno redditizio a livello di coltura?

@My Sugar Is Raw
Grazie Franco, provalo, la ricetta è davvero semplice e molto versatile, puoi usare tutte le verdure che preferisci.

@Lo
La mandorla tritata alla fine ci sta molto bene, si sposa davvero egregiamente col resto!

@isafragola
Provaci, magari si ravvedono? ;-)

27 10 2013
roberta cobrizo (23:28:22) :

grazie Yari, un’idea preziosa in più per esaltare questo cereale con cui ho sempre un rapporto un po’ ostico :-)

9 11 2013
Yari (19:50:19) :

@roberta cobrizo
Dai, rivalutiamolo! :-)

Lascia un commento

Puoi usare questi tag : <a href="" title="" target=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>




Bad Behavior has blocked 9845 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail