Pizza Vegusto

12 04 2011

vegan pizza

 

Stavo guardando l’indice delle ricette pubblicato e mi sono accorto di una grave mancanza (tra le molte): la pizza! Uhm, ci vuole eccome, soprattutto dato che sono iniziati i festeggiamenti dell’Unità d’Italia. E quale altro piatto è forse maggior simbolo di questo bislacco paese se non la pizza? (Gli spaghetti, forse? O il tiramisù?). In ogni caso la pizza mi viene anche in soccorso per provare tutto il ben di Dio inviatomi tempo fa da Karin e Raffaella, le titolari di Vegusto ad Arona (splendida cittadina sul Lago Maggiore), arrivato insieme a un altro mio ordine di altre bontà (tutte vegetali) commercializzate in Italia tramite il loro punto vendita.

E devo anche dire che Karin e Raffaella sono state gentilissime, nonostante abbia fatto di tutto per inimicarmele: prima costrigendo Raffaella a partecipare a estenuanti gare di flessioni al Vegfestival 2009, poi sistemando Karin col suo stand sotto una sorta di serra a ultravioletti nell’edizione seguente. Ma per fortuna sembrano aver dimenticato le malefatte combinategli (e d’altronde avendo tutto il giorno a che fare con tutte queste bontà come si può tener rancore?) e così le ringrazio pubblicamente anche per tutto il lavoro che fanno per rendere sempre più facile, piacevole e gustosa la scelta di un’alimentazione e uno stile di vita senza crudeltà!

 

Pizza Vegusto

Per questa ricetta ho utilizzato la mia pasta madre, a volte (=spesso) negletta nel frigorifero. In questo caso l’ho fatta lavorare parecchio, i tempi di lievitazione sono infatti un po’ più lunghi del normale. Ma tempi lunghi permettono di ottenere un impasto particolarmente soffice e digeribile. Armatevi quindi di santa pazienza! Nel
caso in cui siate sprovvisti dell’una e/o dell’altra, lavorate con il lievito di birra fresco (1 panetto da 25 g sciolto in acqua tiepida) e la stessa quantità di farina indicata in basso. In questo caso i tempi di lievitazione saranno più veloci (90’ circa la prima lievitazione, stendere poi la base sulle teglie e lasciare ancora lievitare altri 40’).
Le dosi sono per due pizze piuttosto consistenti che dovrebbero bastare per 4 persone.

Per la biga:
pasta madre 50 g
acqua minerale o filtrata 120 g
farina di grano tenero 00 280 g

La mattina precedente sciogliete la pasta madre nell’acqua intiepidita. Aggiungete la farina e lavorate il tutto in modo da ottenere un panetto che metterete a lievitare in luogo caldo, al riparo da correnti, e coperto con un tovagliolo umido.

Per l’impasto:
farina di grano tenero 00 300 g
farina di grano tenero integrale 300 g
sale marino integrale 1 cucchiaio
acqua minerale o filtrata 300 g

La sera riprendete la biga e pesatela. Prendetene 300 g, il resto mettetelo via in un contenitore: sarà la pasta madre per la panificazione successiva. Intiepidite l’acqua, e mettetevi la biga a riposare per 30’.
Aggiungete 150 g di farina 00 e 150 g di farina integrale e il sale. Mescolate bene con un cucchiaio di legno. Portate poi l’impasto su un piano di legno o di marmo infarinato, e iniziate a lavorarlo aggiungendo il resto della farina per circa 10’, fino a ottenere un impasto sodo ed elastico che non si appiccica più alle mani.
Mettete in un recipiente, fate un taglio a croce e ponete al caldo, al riparo da correnti, coperto con un tovagliolo umido per tutta la notte.

Per la farcitura:
salsa marinara 4 mestoli 
tofu 250 g
formaggio vegetale No-Muh Melty 230 g
affettato vegetale di tagliata classica 200 g
wurstel vegetale alla maggiorana 1
carciofi 2
olio extravergine d’oliva 7 cucchiai
sale marino integrale grosso

Preparate la salsa marinara come indicato qui. Mondate i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure, e tagliando la punta e il gambo. Divideteli in quattro spicchi, eliminate le barbe interne e affettateli sottilmente. Metteli a stufare in padella a fuoco basso con 3 cucchiai d’olio e un pizzico di sale per circa 15’.
Sbriciolate il tofu. Tagliate il formaggio e il wurstel a fette, e l’affettato a pezzetti.
Accendete il forno a 250° (220° se ventilato). Stendete l’impasto in due teglie. Condite una teglia con la salsa marinara, mentre oliate l’altra base e aggiungete qualche granello di sale grosso.
Passate in forno caldo per circa 10’.
Estraete le basi e conditele: quella rossa con il tofu e metà dei prodotti Vegusto (formaggio, affettato e wurstel), l’altra con i carciofi e il resto degli ingredienti (formaggio, affettato, wurstel). Terminate con un filo d’olio. Passate in forno per circa 10’-15’, fino a quando il formaggio inizierà a fondere e gli ingredienti saranno dorati. 

1 ora e 10 minuti 
e 1 giorno per la lievitazione

  • Share/Bookmark

Azioni

Informazioni

17 commenti a “Pizza Vegusto”

12 04 2011
Titti (22:11:07) :

Eh già Yari, grave mancanza quella di non pubblicare la ricetta della pizza!!!! Ottima questa versione, direi! Il vegusto l’ho assaggiato l’anno scorso alla sagra del seitan di Arezzo ed è davvero ottimo. L’unico neo, a mio avviso, comune anche ad altri formaggi veg, diciamo industriali, è l’eccessiva percentuale di grassi saturi. Quindi, per qualche trasgressione va bene ma d’abitudine preferisco i vegformaggi homemade.
Spero di non essermi attirata l’antipatia di qualcuno…. :-)

12 04 2011
Pizza pie (22:12:28) :

Non ci posso credere! Anche la pizza la fai divina! Che buona: non mi stancherebbe mai! Quella coi carciofi é la mia preferita, ma anche una fettona dell’altra… mmmh! Invece per la pasta madre niente da fare: mi piace tanto il suo gusto acidino, ma la voglia di mettermi a farla… :-( non ce l’ho! :roll:

12 04 2011
Pizza pie (22:13:19) :

Ekkekakkio! Mi son detta: evvai che questa volta sei la prima a lasciare un commento le batti tutte! :lol:

12 04 2011
Pizza pie (22:15:38) :

I Vegusto sono moooolto buoni… troppo per una ex-amante dei formaggi come me. Quindi non li compro quasi mai… ma ogni tanto sono proprio buoni… ieri ho fatto i gnocchi alla romana avec. L’unico vero neo che hanno, a mio avviso, é che NON sono bio. Per il resto li trovo molto buoni e utili, da usare con parsimonia come qualsiasi prodotto industriale, ma una genialata nel loro essere! :-)

13 04 2011
Alessandra (02:10:39) :

Belle pizze, molto maschili. Dico ‘maschili’ perche’ ho notato che quando gli uomini fanno la pizza tendono a metterci molta piu’ roba sopra delle donne (io poi di solito sono una margherita e basta). Ovviamente se qualche signora pensa che mi sbagli sarei felice di sentire il contrario (o la conferma, o qualche battuta). Tu che ne pensi Yari, sara’ vero?

ciao
Alessandra

13 04 2011
Erbaviola (07:45:25) :

Concordo con Alessandra, pizze maschili :D Ciò non toglie che inducano l’acquolina persino alle 9 del mattino! Proveremo anche noi questi condimenti, anche se quello con wurstel lo vedo molto difficile… ehm… difficile che non lo si mangi direttamente senza metterlo sulla pizza, in questa casa ;)
Pizze fantastiche le tue!!!

13 04 2011
Sara (07:50:05) :

Ciao…ho conosciuto Karin e Raffaella a Fa la cosa giusta e sono state gentilissime! Ho fatto un pò di scorta dei loro prodotti…mmm…buonissimi! Ho preso anche la “mozzarella” vegetale e non vedo l’ora di provarla sulla pizza! :-)
Buona giornata! Sara

13 04 2011
Elena (11:13:45) :

… ora che per la prima volta (martedì l’altro) ho visto impastar al corso una vera pasta madre pizza, ora che tu posti le due meraviglie… mi sa che mi tocca.
Mettere le mani in madre e poi in pizza, e provare.
Aiut.
Se riesco, poi me ne invento un gusto e te lo dedico.
Provo stasera ciao grazie Elena.

13 04 2011
Bibi (11:56:41) :

ho la fortuna di stare a mezz’ora (nemmeno) da Arona e al negozio ci vado di persona ogni tot. settimane……peccato non essere ancora riuscita ad incontrare Karin e Raffaella, ma ci saranno occasioni.
La tua pizza ha un aspetto splendido, a parte la pasta madre (dopo la morte all’ultimo trasloco non ho più avuto voglia di rifarla) faccio la pizza come te e i prodotti Vegusto ci stanno una meraviglia :)

Ciao Yari ma alla fine ci vieni al VeganFest?
^^
Bibi

13 04 2011
davide (13:21:25) :

Queste pizze sono fantastiche!
Ho assaggiato alcuni prodotti di Vegusto ma non ho ancora fatto un ordine.
Appena le mie finanze lo permetteranno farò un ordine sostanzioso! :)

13 04 2011
bunny (19:00:15) :

Questa tua ricetta mi servirà molto visto che proprio in questi giorni sto eliminando i latticini dalla mia dieta e la cosa che pensavo mi sarebbe mancata di più, è proprio la mozzarella sulla pizza! Proverò questa e ti farò sapere!

B.

14 04 2011
Yari (21:03:42) :

veganblog.it@Titti
Son d’accordo con te, meglio non farne uso regolarmente, ma ogni tanto un bello strappo alla regola è da farsi, sono talmente buoni!

Pizza Pie
Titti ti batte sempre :-P
Dai, per la pasta madre ci vuole solo un po’ di regolarità, in realtà ci si mette niente per accudirla!

@Alessandra
Vero, ora che mi ci fai riflettere, sono pizze molto “maschili”. Chissà perché sentiamo il bisogno di mangiare sempre pizze ipercariche ;-) Io di solito, quando la mangio fuori, chiedo quella vegetariana senza formaggio, e poi ci faccio aggiungere sempre noci, olive e altra verdura ;-)

@Erbaviola
Grazie! Consiglio per il wurstel… Affettarlo sottilmente, mettere una fettina sulla pizza e una fettina in bocca, e così via fino a esaurimento della materia prima :-)

@Sara
Sì, sono adorabili! Allora sotto con le scorte, fammi sapere cosa ne pensi!

@Elena
Grazie mille, fammi sapere poi i risultati!

@Bibi
Fortunata!! Prova a farla con il lievito di birra, ho messo le dosi nel preambolo alla ricetta.
No, non verrò al VeganFest, è che sono in viaggio tutto l’anno e a Pasqua voglio andarmi a rifugiare in montagna :-) Leggerò con piacere i vostri resoconti!

@davide
Grazie Davide! Fammi sapere poi cosa ordinerai!

@bunny
Il loro formaggio No-Muh Melty è molto buono, così come gli altri. Un buon sostituto della mozzarella da far fondere su pizza e piatti infornati è questo, che puoi farti da te a casa: http://www.veganblog.it/2009/05/03/mozzarella-vegana/
Fammi poi sapere (o scrivilo sul blog) se provi i loro prodotti!

16 04 2011
Mirko (23:29:30) :

Mitica! Adoro la pizza! Farò queste tue versioni!

17 04 2011
isafragola (20:41:22) :

Cercavo giusto una ricetta di questo genere con la biga. Mi hai letto nel pensiero. Ho provato anch’io al Fai la cosa giusta i prodotti Vegusto e devo dire che, pur non amando molto questo tipo di prodotti, li ho trovati davvero gustosi. il gorgonzola mi ha fatto quasi cedere all’acquisto :-). Sabato scorso sono andata a Venezia e, sigh, non sono riuscita a mangiare da Gam Gam. Me lo ero pregustato per una settimana, ma ho scoperto che in questa stagione il sabato non aprono fino alle 21 di sera, dopo il tramonto per osservare la festività. Pazienza, mi è rimasta la voglia di hummus ai funghi, hai idea di come farlo? Nel senso che hai assaggiato l’originale e magari gli hai rubato qualche segreto. Mi sono consolata il giorno dopo a Padova dove, in un vecchio negozio dove una mia amica trova ancora gli aghi per la macchina da cucire singer quella a pedali, ho trovato il cumino nero. Il proprietario mi ha fatto il terzo grado sula ricetta che volevo fare, poi ha fatto una ricerca su internet e infine me lo ha trovato! Hai provato poi il ristorante dellla farinata? L’atro che conosco io si chiama solo “La farinata”. E’ una trattoria pizzeria (la pizza, nel senso proprio della pasta, te la sconsiglio)

18 04 2011
Yari (18:02:51) :

@Mirko
E poi voi siete bravissimi a fare la pizza!

@isafragola
Il gorgonzola Vegusto devo ancora provarlo, non mi ero mica accorto l’avessero!! Mi dispiace per il Gam Gam, purtroppo il sabato sera è sempre a rischio, dato che devono aspettare il tramonto. D’inverno non c’è problema, ma ora… L’hummus ai funghi credo sia stato realizzato con la base classica dell’hummus (ceci, tahin, aglio, ecc.) e con l’aggiunta nel mix di funghi secchi reidratati. Ricordo che è molto gustoso. Sono invece contento che sia riuscita a trovare il cumino nero!
L’Antica Osteria da Bigat l’ho provata, la farinata è effettivamente molto buona, e ne parlerò prossimamente fra qualche settimana. Ho anche provato un altro ristorante ad Acqui Terme, che su ordinazione fa menù vegan… Ma anche di questo ne parlerò più avanti ;-)

19 04 2011
isafragola (20:57:09) :

Grazie Yari!
Non so dirti come si chiama esattamente il gorgonzola Vegusto, ma era davvero interessante. Per l’hummus proverò di sicuro. E aspetto i post, compreso l’indirzzo vegan. Son curiosissima.

10 07 2011
Pizza Vegusto | CookingPlanet (23:09:38) :

[…] Pizza Vegusto […]

Lascia un commento

Puoi usare questi tag : <a href="" title="" target=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>




Bad Behavior has blocked 1327 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail