Den Teepot

14 06 2010

den teepot, brussels

Entrando nella teiera - Den Teepot in olandese o, più correttamente (per compiacere i linguisti e filologi alla lettura) neerlandese - ci si ritrova di fronte a una scala piuttosto ripida che conduce alla zona ristorante (comprensibile, essendo situato in un palazzo del centro storico di Bruxelles). Aprendo la porta ci siamo trovati in un’ampia sala in legno, luminosa (ma di quella luce soffusa tipica delle Fiandre, tra l’altro perfetta per le foto), e dalle pareti decorate con un paesaggio di magrittiana ispirazione (il che mi ha reso felice, dato che l’Empire des Lumières è uno dei miei quadri preferiti).

 

den teepot, brussels

Il menù è macrobiotico e vegano. Si inizia perciò con la classica zuppa, che può essere di miso e o di verdura, ideale per il clima atlantico che caratterizza il Belgio. 

den teepot, brussels

A seguire il piatto del giorno a base di riso e cereali integrali, verdure crude e cotte, legumi e alghe. Gustoso, semplice, nutriente, è disponibile anche  in versione da asporto e, più piccolo, per bambini.

den teepot, brussels

Ma è nei dessert che il locale ci ha convinti a ritornare un’altra volta. 
No, non la crema di soia (disponibile nei gusti vaniglia e cioccolato), che in realtà nient’altro era che il budino di soia della Provamel (c’est belge, ça, non?), buona per carità, ma insomma, ci si aspetterebbe qualcosa fait maison, e non semplicemente aperto e versato in coppetta! - bensì le torte, queste sì fatte in casa! Una ricca scelta di crostate e torte di frutta cotta e secca che ci hanno fatto salivare come il cane di Pavlov. Fragranti crostate di pera o di mela e cannella, ruspanti torte di nocciole, allettanti mattoncini di cioccolato, ma soprattutto quella splendida crostata di frutta secca, con cui, in un sol colpo, abbiamo fatto il pieno di nocciole, mandorle, noci, pistacchi, semi di girasole e zucca dolcemente caramellati con malto di riso. Talmente buona che me la sogno ancora adesso.

den teepot, brussels

Il personale è gentile, la cucina a vista. Dopo aver pagato consiglio, prima di uscire, un giro nella piccola bottega di prodotti bio al piano terra. Tra le chicche, il cioccolato al latte di riso dell’olandese Bonvita, purtroppo introvabile in Italia, dolce ma non stucchevole, e la gastronomia macrobiotica fresca preparata dal ristorante, oltre alla pasticceria naturale e alla panetteria. Peccato solo non aver avuto lo spazio nel bagaglio a mano per portarsi indietro quell’intera crostata di frutta secca che faceva bella mostra di sé in vetrina…

den teepot, brussels den teepot, brussels den teepot, brussels

Den Teepot
Rue des Chartreux, 66/Kartuizersstraat, 66
1000 Bruxelles/Brussel
Tel. +32 (0)2 511 94 02
http://www.bioshop.be/winkels/brussel.html
Metro: Bourse/De Beurs
Autobus: Bourse/De Beurs (linee 46, 86, N16)
Google Maps

Cucina: macrobiotica, vegana.
- carne/pesce: no
- latticini: no
- uova: no
Orari: lun-sab, 12-14
Piatti vegan: zuppa di miso; zuppa di verdure; piatti macrobiotici (anche da asporto) a base di cereali, verdure e legumi; budino di soia; torte di frutta e di frutta secca.
Note: il locale non è purtroppo accessibile ai disabili. No cani, no carte di credito (ma si può pagare con carta al negozio sottostante).
Altre recensioni: Happy Cow

 

den teepot, brussels den teepot, brussels den teepot, brussels den teepot, brussels den teepot, brussels den teepot, brussels

Se quest’articolo ti è piaciuto, dai un’occhiata anche a:

il mio viaggio a Bruxelles

  • Share/Bookmark

Azioni

Informazioni

Lascia un commento

Puoi usare questi tag : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>




Bad Behavior has blocked 772 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail